04 December 2018

L'evoluzione della produzione dei rifiuti urbani-Provincia di Piacenza-2007-2017

In Italia negli ultimi cinque anni la produzione dei rifiuti urbani  ha avuto un andamento altalenante. : in calo rispetto al 2012 nel 2013 e 2014, in lieve aumento nel 2015  ed ancora in significativa crescita nel 2016.

Mentre nel 2016 la Raccolta differenziata dei rifiuti in Italia raggiunge il 52,5%  (+ 5% sull’anno precedente) la quantità raccolta è stata pari a 497,06 Kg per abitante in aumento quindi + 2,2% rispetto all’anno 2015 . Continua quindi  a crescere anche la produzione pro capite di rifiuti, cioè  il quantitativo espresso in chilogrammi di rifiuti  prodotti in un anno da ciascun abitante residente. Il centro Italia è la zona geografica dove si producono più rifiuti urbani pro capite con 548 kg/ab, seguono il nord con  510 kg/ab. ed il sud con 449,96 Kg./ab.

 

In Emilia Romagna la gestione dei rifiuti urbani, riportata nel Report 2017  (dati riferiti all’anno 2016) della Regione e di ARPAE, ci consegna una raccolta differenziata al 61,8%  . Per contro, una produzione  di 666 Kg per abitante : + 169 kg/ab/anno rispetto alla media nazionale. I dati  regionali fino ad oggi disponibili riferiti invece all’anno 2017 evidenziano un incremento della raccolta differenziata che tocca il 64,3% (+2,5) con 1.861.000 tonnellate avviate al recupero. Il dato per abitante è di 417 kg./anno di rifiuto differenziato.

La produzione pro capite dei rifiuti urbani nel territorio piacentino è rimasta, nel decennio;  pressoché costante. Infatti nel 2007 si producevano 664 kg. di rifiuti urbani ad abitante e lo stesso dato , 664 Kg., è quello registrato nel 2017.Dal 2012 al 2014 si è registrata una  leggera tendenza alla riduzione, poi la produzione è ritornata a crescere con un picco nel 2016  che ha raggiunto i 679 kg. di rifiuti per abitante  per poi riscendere nel 2017.

 

Scarica lo studio di Eco Consaul sas

Allegati